Nel lavoro quotidiano dello psicologo sorgono dubbi e blocchi che limitano il progresso della terapia e generano insicurezza e indecisione nel processo clinico.

Per garantire la qualità delle procedure, sin da subito in psicoterapia si è fatto ricorso alle sedute di supervisione.

La supervisione è condotta in base al tipo di procedure terapeutiche e di schemi utilizzati secondo l’approccio psicoterapeutico di riferimento.

Il modello integrativo ha il vantaggio di offrire una supervisione che vada oltre i limiti degli specifici orientamenti, offrendo una scelta più ampia degli strumenti da utilizzare nella gestione dei casi.

Molti professionisti ricorrono alla supervisione di fronte a situazioni complesse, nel momento in cui si sentono sopraffatti. In realtà, il percorso di supervisione è da consigliarsi in ogni fase del lavoro terapeutico per poter gestire al meglio il caso e individuare sul nascere l’insorgenza di situazioni critiche, anticipandone la gestione.

Anche i professionisti con diversi anni di esperienza manifestano difficoltà nell’affrontare le dinamiche di una relazione clinica, specialmente quando vivono dei conflitti personali che li rendono vulnerabili.

Per questo motivo, la supervisione è di grande aiuto, non solo per chi sta iniziando la propria carriera professionale, ma anche per i professionisti con una lunga esperienza alle spalle.

La supervisione è, quindi, uno strumento essenziale all’interno della pratica clinica; aiuta a rilevare le difficoltà del terapeuta e i momenti di dubbio e di controversia.

La supervisione è parte del processo di cura: è uno strumento chiave per lavorare sul caso e offre garanzia di qualità per i destinatari dell’intervento. Può essere individuale e di équipe.

Supervisione Individuale

Per un professionista è necessario confrontare costantemente le informazioni, chiedere consigli e condividere altri punti di vista sul caso che si gestisce.

Nella supervisione individuale, il supervisore si dedica all’ascolto del caso presentato e, nello spazio di riflessione che si crea, vengono analizzati il legame con il paziente, l’idoneità del piano di trattamento ma anche gli aspetti personali ed emotivi vissuti dal professionista in relazione alle dinamiche psicologiche che ne conseguono.

Una sessione di supervisione consiste in un ascolto professionale in cui viene affrontato il caso, vengono risolti dubbi e suggerite linee di trattamento.

Supervisione di Équipe

La supervisione per équipe è uno spazio per la collaborazione, la riflessione e l’esperienza condivisa, in cui un piccolo gruppo di professionisti discute sui casi presentati, tramite la mediazione e supervisione del clinico.

Lo scopo dei gruppi di supervisione è quello di migliorare le prestazioni, monitorare la qualità del servizio offerto ai pazienti e aiutare i terapeuti a prendersi cura di se stessi, eseguendo un lavoro di auto-conoscenza e prevenzione per rilevare eventuali possibili difficoltà che potrebbero insorgere nella gestione del caso.

Nel gruppo, gli psicologi ricevono la supervisione dei propri casi, ma partecipano anche all’analisi di altri, arricchendosi dal follow-up e interagendo con stili di intervento diversi dal proprio.

Inoltre, i professionisti hanno l’opportunità di condividere e implementare tra loro diverse tecniche con la supervisione del terapeuta, per poterle, poi, sviluppare ed eseguire nella pratica professionale.

Grazie alla supervisione è possibile chiarire i dubbi specifici sul processo terapeutico, come l’interpretazione di un elemento o la formulazione di un’ipotesi diagnostica.

Lo psicologo può analizzare e delineare il suo stile personale come terapeuta e confrontarlo con quello del suo gruppo o del suo supervisore, acquisendo consapevolezza sui suoi punti di forza e di debolezza.

Attraverso questo percorso è possibile affrontare i problemi o le paure che si verificano durante la terapia, migliorando gli aspetti di base e permettendo di migliorare le proprie risorse e tecniche.

L’attività di supervisione si propone di essere un punto di riferimento nella pratica professionale e nell’apprendimento continuo.

Contattami

Se hai bisogno di un appuntamento per iniziare un percorso di psicoterapia individuale o di gruppo oppure di attività di formazione per figure sanitarie o di supervisione per psicologi e équipe chiamami oppure compila il form sottostante e ti ricontatterò.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio